giovedì 19 maggio 2011

il nostro rais

Sparito......., da giorni non appare in video e si hanno notizie di lui solamente per il tramite dei suoi delegati. Si dice sia nascosto in una delle sue residenze, un sotterraneo, forse ferito.

Poche righe per uno stesso destino che lega i due "compagni di merende" della politica del mediterraneo; Gheddafi e Berlusconi, il comune declino dei due rais sembra ripercorre le stesse tappe, certo molto piu' cruenti i fatti in Libia, ma la trasposizione in scala minore calza a pennello.

Il premier di un paese occidentale che da oltre tre giorni non rilascia dichiarazioni dopo le consultazioni amministrative e', seppur un segno di debolezza, l'ennesimo sfregio al senso civico dei cittadini che in democrazia esercitano il diritto di voto.

Siamo solo numeri? Solo spettatori da abbindolare? Potenziali clienti di elisir di lunga vita?

Per giorni e giorni il venditore di spazzole bussa alla nostra porta, sbandiera promesse e slogan, umilia e diffama i propri avversari e poi..... al "no, grazie", sparisce.

Poco male se fosse solo un venditore di spazzole, ma onori ed oneri di una carica pubblica sono da gestire allo stesso modo, ma evidentemente non siamo degni della considerazione del nostro presidente del consiglio.

In questo momento si stanno costruendo le strategie per affrontare i ballottaggi, si e' detto che si e' sbagliato campagna elettorale, che bisogna "parlare" piu' di Milano..... stanno quindi raccogliendo una serie di panzane da distribuire a piene mani per i prossimi dieci giorni?

Altre promesse e chimere da dispensare al popolo bue.......